Segnaposto

MASSETTO TRADIZIONALE MT 20

Availability: In stock
0

MASSETTO TRADIZIONALE MT 20 è una malta premiscelata in polvere, composta da cemento e sabbia, per applicazioni a mano o a macchina specifica per massetti. Pronto all’uso con l’aggiunta di sola acqua.

Confronta
DescrizioneScheda tecnica

Impiego
MASSETTO TRADIZIONALE MT 20 è impiegato per la realizzazione di massetti DI TIPO TRADIZIONALE, aderenti o galleggianti per pavimentazioni interne ed esterne, per spessori fino a 10 cm, con tempi di attesa per la posa ridotti. I massetti realizzati sono idonei a ricevere qualsiasi tipo di pavimento, in ceramica, cotto, clinker, parquets, moquette, pietra naturale, ecc. E’ indicato inoltre per la realizzazione di massetti incorporanti serpentine di riscaldamento.

Vantaggi
MASSETTO TRADIZIONALE MT 20 miscelato con acqua si trasforma in un impasto per massetti che grazie alle sue caratteristiche offre le stesse caratteristiche dei massetti cementizi tradizionali ma con minor tempo per la realizzazione, migliore lavorabilità, costanza prestazionale, tempi di attesa per la successiva posa dei rivestimenti molto ridotti. MASSETTO TRADIZIONALE MT 20  è la valida alternativa ogni qualvolta si manifestino difficoltà di trasporto di inerte e leganti in cantiere.

Preparazione del supporto
I fondi di posa devono essere stabili, consistenti e privi di parti friabili, perfettamente puliti da polvere, oli, grassi e quanto altro possa ostacolare l’adesione.

Per massetti galleggianti (con spessore finito compreso tra 40 e 100 mm):
la malta va posata in opera su di uno strato desolidarizzante, utilizzando fogli di politene o materiali similari (in modo da creare uno strato di facile scorrimento tra il massetto ed il preesistente supporto) sormontanti tra loro per almeno 15 cm, sigillati con nastro adesivo, alzati sulle pareti e sugli elementi verticali per tutto lo spessore del massetto. In caso di posa di pavimenti sensibili all’acqua e/o in presenza di risalita di umidità, il suddetto strato desolidarizzante deve essere realizzato con adeguate guaine impermeabili in grado di costituire una efficace barriera al vapore. In caso di realizzazioni di superfici maggiori di 25 mq, il massetto va desolidarizzato da tutti gli elementi verticali (pilastri, pareti, ecc) con interposizione di una bandella in materiale deformabile dello spessore minimo di 10 mm per tutta l’altezza del massetto.
In caso di realizzazione di massetti radianti, le serpentine devono essere sovrapposte a pannelli isolanti, cosi da ottimizzare l’irradiamento solo nella direzione dell’ambiente da climatizzare. Verificare la tenuta delle tubazioni, prima di gettare il massetto.

Per massetti aderenti (con spessore finito compreso tra 20 e 40 mm):
debbono essere realizzati in aderenza al supporto che può essere di natura cementizia o costituito da preesistenti pavimentazioni in ceramica o materiali lapidei (previa scalpellatura o fresatura). Dopo avere eseguito la pulizia del supporto, immediatamente prima della stesura del massetto, preparare una boiacca cementizia ed applicarla in strato uniforme con pennellessa o spatola. Ai fini di una perfetta adesione, stendere MASSETTO TRADIZIONALE MT 20 sulla boiacca ancora fresca (modalità di posa fresco su fresco). In caso di realizzazioni di superfici maggiori di 25 mq, il massetto va desolidarizzato da tutti gli elementi verticali (pilastri, pareti, ecc) con interposizione di una bandella in materiale deformabile dello spessore di 10 mm per tutta l’altezza del massetto.

Preparazione del prodotto
Miscelare una confezione di impasto con il 12 % di acqua pulita (3 lt per confezione da 25 kg), con l’impiego di un agitatore meccanico a basso numero di giri al minuto, sino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Nella preparazione dell’impasto aggiungere la polvere all’acqua. Fare riposare l’impasto almeno 5 minuti, rimescolandolo poi prima dell’uso. Può essere preparato anche con la normale betoniera da cantiere facendo attenzione a non far segregare il prodotto stesso.

Applicazione
Il prodotto si applica come i massetti di tipo tradizionale, preparazione delle fasce di livello, getto, compattazione dell’impasto, staggiatura e lisciatura finale con frattazzo e/o mezzi meccanici. In corrispondenza delle riprese di getto, dovute a sospensione dei lavori, è necessario inserire sempre una rete elettrosaldata ø 5 per almeno 20 cm per assicurare la monoliticità del manufatto. Le parti di massetto aderente che saranno soggette a passaggi di canalizzazioni, rafforzarle con una armatura metallica leggera (tipo a maglie esagonali). Devono essere previsti giunti di dilatazione in caso di grandi superfici continue (maglie 5 mt x 5 mt), tali giunti devono avere una altezza pari ad 1/3 dell’altezza del massetto ed una larghezza di circa 6 mm, essi possono essere realizzati con taglio del massetto da effettuarsi non prima che sia terminata la presa del calcestruzzo (5-6 ore dalla posa in condizioni standard). I giunti strutturali presenti sul sottofondo devono essere riportati anche nello spessore del massetto. In caso di realizzazione di massetti radianti, prevedere che la parte di massetto superiore alla parte radiante sia intorno ai 2,5 cm (uno spessore minore potrebbe pregiudicarne la resistenza a compressione, uno spessore maggiore comporterebbe una inerzia termica elevata che pregiudicherebbe invece la prestazione energetica), con inserimento di una rete di armatura adeguata ai carichi di esercizio. In caso di attraversamento dei giunti da parte delle serpentine, proteggere le stesse con un manicotto o guaina scorrevole.

Voce di capitolato
Realizzazione di massetti, per pavimentazioni interne ed esterne, con malta premiscelata (tipo MASSETTO TRADIZIONALE MT 20 prodotta dalla CAD SRL), pronta all’uso con l’aggiunta di sola acqua, conforme alle norme EN 13813:2002, con resistenza a compressione di classe C20, resistenza a flessione di classe F5. Per massetti aderenti (spessore finito compreso tra 20 e 40 mm), applicare una boiacca cementizia. Per massetti galleggianti (spessore finito compreso tra 40 e 100 mm), desolidarizzare dal sottofondo mediante interposizione di barriera a vapore in politene o materiali similari. Mescolare una confezione con il 12 % di acqua pulita (con agitatore a basso numero di giri o in betoniera da cantiere) fino ad ottenere un impasto omogeneo, aggiungendo la polvere all’acqua.

Consumi: 20 kg /m2 per cm di spessore

Confezione: Sacchi di carta da 25 kg.

Massetto-Tradizionale-MT20-Scheda-Prodotto

Massetto-Tradizionale-MT20-Scheda-Tecnica

CAD SRL

S.P. Gaudiello 112
80023 CAIVANO (NA)
P. Iva : 03392841213
URI: NAPOLI
REA: 595888

CONTATTI

Tel + 39 081 - 8309210
Tel + 39 081 831 88 39
Fax + 39 081 835 35 73
E-mail. : info@cadsrl.it