multimir-intonaci-cemento

Multimir

Availability: In stock
0

MULTIMIR è una malta premiscelata cementizia multiuso, di colore grigio, ad alta resistenza costituita da cemento, inerti selezionati a granulometria controllata, fibre propileniche e specifici additivi, per applicazioni a mano. Pronto all’uso con l’aggiunta di solo acqua.

Confronta
DescrizioneScheda tecnica
IMPIEGO

Per la sua speciale formulazione, MULTIMIR, può essere impiegato come: Intonaco – Malta da muratura – Massetto – Malta da ripristino per betoncini
INTONACI
MULTIMIR è ideale per la realizzazione di intonaci di fondo, sia per interni che per esterni, con funzione di rincocciatura di paramenti murari e per il ripristino della planarità della superficie muraria.
MALTE DA MURATURA
MULTIMIR per la sua speciale formulazione, può essere utilizzata come malta di allettamento per qualsiasi muratura di tipo tradizionale (laterizi, blocchi di calcestruzzo, blocchi di calcestruzzo alleggerito, pietre naturali, etc.), sia per interni che per esterni. Grazie alle elevate prestazioni di resistenza a compressione e flessione, MULTIMIR è ideale anche come malta per murature portanti ed armate.
MASSETTO MULTIMIR per la sua particolare curva granulometrica è adatto per la realizzazione di massetto posato in cantiere, a consistenza terra umida, finito a spessori compresi tra 40 e 100 mm.
MALTA DA RIPRISTINO PER BETONCINI
Grazie alla sua formula MULTIMIR può essere utilizzato come malta da ripristino da impiegarsi per il rinforzo armato di supporti in muratura in abbinamento ad una rete in fibra di vetro alcali resistente CAD R155 o rete elettrosaldata e per ripristini corticali di strutture in calcestruzzo ammalorato di pilastri, travi e frontalini di balconi.

VANTAGGI

Con un unico prodotto si possono realizzare tante applicazioni diverse, riducendo quindi gli spazi di stoccaggio e facilitando la movimentazione in cantiere.Inoltre la sua applicazione su pareti permette di ottenere per le stesse la classe di resistenza al fuoco certificate EI 90 con spessori di intonaco da 2 cm e EI 180 con spessori di intonaco da 3 cm.

PREPARAZIONE DEL SUPPORTO

INTONACI: i supporti devono essere solidi e compatti, privi di parti friabili, polvere, oli, grassi e quanto altro possa ostacolare l’adesione. Bagnare a rifiuto ed aspettare l’assorbimento d’acqua prima dell’applicazione della malta. Non applicare su supporti verniciati, vecchi con scarsa consistenza, su fibro-cemento o pannelli isolanti senza avere eseguito una adeguata preparazione con aggrappante RK 40.
MURATURA: gli elementi per muratura devono essere solidi e compatti, privi di parti friabili, polvere, oli, grassi e quanto altro possa ostacolare l’adesione.
Bagnare a rifiuto ed aspettare l’assorbimento d’acqua fino a quando non vi sia la presenza di acqua liquida in superficie prima dell’applicazione della malta.
MASSETTI: i fondi di posa devono essere stabili, consistenti e privi di parti friabili, perfettamente puliti da polvere, oli, grassi e quanto altro possa ostacolare l’adesione. Per tutte le modalità applicative, i fondi devono essere asciutti e non presentare rischi di risalite di acqua per capillarità. In tal caso si deve anteporre una barriera alla risalita dell’acqua. Il massetto deve essere desolidarizzato da tutti gli elementi verticali con interposizione di una bandella in materiale deformabile dello spessore di 10 mm per tutta l’altezza del massetto. In caso di sottofondi irregolari con spessore di massetto variabili e consigliabile preparare una boiacca di ancoraggio con il prodotto stesso. In caso di posa di pavimenti sensibili all’acqua o di supporti a rischio di risalita di umidità è indispensabile stendere una barriera a vapore con fogli di polietilene o pvc sormontanti tra loro per almeno
15 cm, sigillati con nastro adesivo, alzati sulle pareti e sugli elementi verticali per tutto lo spessore del massetto .
RIPRISTINO: Il calcestruzzo deteriorato deve essere asportato, con idrodemolizione o con scappellatura a basso impatto. La pulizia e la saturazione
del calcestruzzo di supporto si deve effettuare con acqua in pressione ( 80 ÷ 100 atm ed acqua calda nel periodo invernale). Aspettare che non vi sia acqua liquida in superficie prima dell’applicazione della malta. In caso di presenza di armatura in ferro, è necessario rimuovere la ruggine con spazzola in ferro o sabbiatura e rivestire con malta ad azione protettiva CAD FER. Nel caso di realizzazione di intonacatura armata, applicare la rete (in fibra di vetro alcali resistente CAD R155 o rete zincata 5×5 ø 2) sul supporto distanziandola dallo stesso con opportuni distanziatori prima dell’applicazione della malta, in modo che la armatura sia poi annegata completamente in essa.
PREPARAZIONE DEL PRODOTTO

Miscelare una confezione di prodotto con il 13-16 % di acqua pulita (3-4 lt per confezione) in funzione della consistenza che si vuole raggiungere, con l’impiego di un agitatore meccanico a basso numero di giri al minuto, sino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Nella preparazione dell’impasto aggiungere la polvere all’acqua. Fare riposare l’impasto almeno 5 minuti, rimescolandolo poi prima dell’uso. Può essere preparato anche con la normale betoniera da cantiere, facendo attenzione ad evitare la segregazione degli elementi costituenti il prodotto.
APPLICAZIONE

INTONACI: Posizionare paraspigoli e fasce di riferimento utilizzando esclusivamente il prodotto stesso. Si applica con cazzuola, spatola e macchine tipo spritz-beton. Si deve portare a livello entro 40 min. Spessore a strato max realizzabile 30 mm. Se utilizzate, rimuovere le guide verticali metalliche, posizionate precedentemente sulle fasce, riempiendo poi le tracce lasciate con la malta stessa.
MURATURE: è applicabile a mano con cazzuola o con macchine tipo spritz-beton. Per la costruzione di murature eseguire il montaggio dei blocchi o dei mattoni dopo aver posizionato allineamenti e piombi. Si consiglia di realizzare filari di elementi per un altezza max 2,00 mt per fare assestare la muratura, dopo almeno 12 ore continuare la realizzazione della muratura fino all’intradosso del solaio.
MASSETTI: il prodotto si applica come i massetti di tipo tradizionale, preparazione delle fasce di livello, getto, compattazione dell’impasto, staggiatura e lisciatura finale con frattazzo e mezzi meccanici. In corrispondenza del passaggio di tubazioni, dove lo spessore del massetto potrebbe essere più’ basso è necessario inserire un’armatura di rete metallica zincata a maglie strette di rinforzo. In corrispondenza delle riprese di getto, dovute a sospensione dei lavori, è necessario effettuare un collegamento fra i due getti inserendo dei tondini di ferro di circa 50 cm di lunghezza.
RIPRISTINO: si applica con cazzuola, spatola. Spessore a strato max realizzabile 20 mm.
CAPITOLATO

Realizzazione di rincocciatura e ripristino della planarità di paramenti murari, incollaggio di elementi per muratura, massetti, intonacatura armata, ripristino corticale di calcestruzzo ammalorato di travi, pilastri e frontalini di balconi con malta cementizia premiscelata, pronta all’uso con l’aggiunta di sola acqua (tipo MULTIMIR prodotta dalla CAD SRL) conforme alla norme EN 998-1, EN 998-2, EN 13813, EN 1504-3, con assorbimento d’acqua di classe W2, con resistenza a compressione di classe M15, con umidità residua a 7gg non maggiore del 2%. Aggiungere la quantità d’acqua di impasto necessaria a seconda del suo uso ed applicare la malta al supporto con cazzuola e/o spatola.

CAD SRL

S.P. Gaudiello 112
80023 CAIVANO (NA)
P. Iva : 03392841213
URI: NAPOLI
REA: 595888

CONTATTI

Tel + 39 081 - 8309210
Tel + 39 081 831 88 39
Fax + 39 081 835 35 73
E-mail. : info@cadsrl.it